Astronomia Entry Level:


Molto spesso l’astronomia, e ancor di più, l’astrofotografia, viene associata a strumenti estremamente costosi; veri e propri gioielli di ottica e precisione. Vogliamo dimostrarvi che non è del tutto vero…

Nel periodo natalizio, ricevo spesso mail di genitori che vogliono regalare ai loro figli un telescopio e che, spaventati dal ventaglio di prezzi per i prodotti disponibili, chiedono consiglio. Altri che invece mi chiedono cosa possono vedere e fare con un particolare modello.

Spiegare tramite mail o a voce cosa può realmente mostrare un telescopio adatto a chi è alle prime armi non è di certo una cosa facile…immaginarsi quanto effettivamente sia vedere la Luna ingrandita di 50, 100, 200 volte, lo è forse ancora meno.
Quindi mi sono detto: come poter far capire realmente cosa sono in grado di fare questi telescopi?
La risposta è facile: basta fotografare qualche soggetto utilizzando proprio dei telescopi entry level!
Ho quindi preso tre telescopi tra le configurazioni ottiche più vendute a chi è alle prime armi [un 70/700 (f/10) un 70/900 (f/13) ed un 90/900 (f/10)] e mi sono diretto verso il mio abituale luogo di osservazione sulle “montagne” veronesi.
Dovete sapere che per effettuare delle fotografie ai pianeti e alla luna ad alti e medi ingrandimenti, il sistema in assoluto più usato è quello di registrare un filmato di almeno un migliaio di frame e quindi processarlo con un software specifico in grado di allineare tutti i fotogrammi rimuovendo l’effetto “mosso” che viene causato dalla turbolenza atmosferica (è visibile anche nella prima parte dei filmati che potete vedere di seguito) e successivamente sommare ogni singolo frame in un’unica immagine andando così ad aumentare il rapporto del sgnale sul rumore e rendere così l’immagine apprezzabile e ben definita.
Ho quindi preso una comune webcam con un adattatore autocostruito per adattarsi al portaoculari da 31.8mm, l’ho montata sul portaoculari del primo telescopio scelto (Vixen SkyEye 70) e l’ho puntato sulla Luna. (Piccola nota: l’estrazione del focheggiatore del vixen in questo caso non era sufficente per mettere a fuoco con la webcam ed ho dovuto inserire anche la diagonale per prolungare il piano focale)

Qui potete vedere il risultato ottenuto riprendendo la Luna con il Vixen SkyEye 70, un telescopio con un costo di poco superiore ai 100€

Qui invece sempre la Luna con questa volta un telescopio con una maggiore focale: un Bresser 70/900 Mars

e per ultimo potete ammirare la Luna con un telescopio di poco superiore come fascia di prezzo: il Bresser Taurus 90/900

Il risultato ottenuto, visibile anche nelle foto di seguito a più alta definizione è stato veramente sorprendente, tanto da farmi spingere ad usare sulla luna anche un piccolo moltiplicatore di focale: una lente di Barlow 2x della vixen…costo inferiore ai 40€

di seguito potete trovare i relativi video  e le relative fotografie ottenute:

Luna con Bresser 70/900 Mars e barlow 2x Luna con Bresser 70/900 Mars e barlow 2x Luna con Bresser Taurus 90/900 e Barlow 2x

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *