qp-4

Hacking Vixen Polarie


Un nostro cliente ha trovato una soluzione molto originale (ed economica) per allineare in modo abbastanza preciso l’astroinseguitore alla polare senza utilizzare l’apposito cannocchiale.

Abbiamo quindi pensato di riproporvi la sua soluzione per aiutare coloro che ne avessero bisogno.

La soluzione che ho implementato sfrutta il fatto che possedevo inutilizzato un puntatore “Qwik Point” della Tele Vue che e’ uno dei tanti puntatori che proiettano un puntino rosso su uno schermo semitrasparente. E’ molto leggero, regolabile in azimut ed elevazione e lungo una decina di cm. Ho inoltre sfruttato il fatto che la Polarie ha una slitta portaflash(?) che per qualche motivo la Vixen ha installato sul dorso. Con un pezzetto di profilato di alluminio e una piccola fresa mi sono costruito un supporto sagomato per il Qwik Point ed il gioco e’ fatto. Il Qwik Point non ha la precisione di un cannocchiale polare, non avendo cerchi orari e cerchietti per tener conto della posizione esatta della polare rispetto al polo, ma comunque e’ molto piu’ comodo da usare rispetto al foro di puntamento presente nella Polarie e un puntamento direttamente sulla polare e’ piu’ che sufficiente per esposizioni a grande campo della volta celeste (che e’ poi lo scopo principale di tale oggetto).
Di seguito trovate le foto del Qwik Point adattato ed un paio di foto fatte da casa mia (con inquinamento luminoso pazzesco: il mio vicino ha una fotoelettrica puntata sulla sua veranda e in parte sul mio giardino tale che potrei comodamente leggere un libro di notte) della costellazione dei gemelli con reflex Canon e obiettivo da 28 mm a 800 iso esposte una per 2 minuti e l’altra per 5 minuti. Si intravede in alto a sinistra l’ammasso del presepe. Le stelle anche a 5 minuti risultano ancora abbastanza puntiformi.

Alfredo Bertero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *